Home :: Gite :: Archivio :: Monte sernio e creta di mezzodì
Domenica 12 Luglio 2020
Alpi Carniche Tolmezzine
[MONTE SERNIO E CRETA DI MEZZODì - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdì che la precedono.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o di sicurezza lo richiedessero

MONTE SERNIO - m. 2187

CRETA DI MEZZODÍ - m. 1806

Il Monte Sernio è una montagna di conformazione rocciosa, situata nel complesso montuoso tra la Val d'Incarojo e la Val Aupa, che grazie alla sua quota ed alla posizione isolata offre uno dei panorami più belli e completi sulle Alpi Carniche e sulle vicine Alpi Giulie.
Fu scalato per la prima volta il 21 agosto 1879 dalle sorelle Minetta e Annina Grassi, prima cordata interamente femminile. Da qui il Sernio si guadagnò l'appellativo di monte delle donne.
La salita si svolge dapprima lungo un piacevole e boscoso sentiero e poi in ambiente splendido, tipico delle Alpi Carniche con grandi e suggestive pareti calcaree e su roccia superba.

La Creta di Mezzodì è una panoramica elevazione rocciosa che si erge lungo la cresta che dal monte Sernio scende verso nord-ovest. É facilmente raggiungibile lungo un agevole sentiero che si stacca dal segnavia CAI 416.

Avvicinamento in auto: Da Tolmezzo si risale la Valle del But fino a Cedarchis ove si svolta a dx lungo il Canale d’Incaroio. Dopo qualche Km si svolta a dx in direzione di Lovea per giungere in loc. Stavoli Chiampeis (m. 800) dove si lasciano le auto.

Salita al Monte Sernio: si imbocca il sentiero CAI n° 416 che si segue passando accanto al Rif. Monte Sernio (Palasecca di Sopra - m. 1419), si prosegue lasciando sulla sinistra il sentiero che porta alla Creta di Mezzodì e poco dopo si giunge ad una forcella dalla quale si prosegue per cresta in direzione sud fino ad attaccare la parete per raggiungere la vetta (m. 2187).
Discesa lungo la via normale fino a forcella Nuviernulis e poi in direzione della C.ra del Mestri (m. 1510) per risalire lungo il sent. 416 alla forcella ed iniziare infine la discesa verso il Rif. M. Sernio ed alle auto.

Salita alla Creta di Mezzodì: come per il M. Sernio si segue il sentiero n° 416, si oltrepassa il Rif. M. Sernio e si prosegue fino al bivio con il sentiero che conduce Creta di Mezzodì per seguirlo fino alla panoramica vetta (m. 1806).
Discesa per il medesimo itinerario di salita.

Monte Sernio:
Dislivello in salita; m. 1387
Difficoltà;   Salita: Alpinistica PD, II° con passaggi di II°+; Discesa: EE con passaggi di I°+
Equipaggiamento: da escursione in montagna + imbrago e casco
N° partecipanti: max 15

N.B.: è richiesta buona esperienza in ambiente alpinistico e scioltezza sul II° grado

Creta di Mezzodì:
Dislivello in salita: m. 1006
Difficoltà: E
Equipaggiamento: da escursione in montagna

Trasporto: mezzi propri

Capigita: Matteo De Piccoli, Federico Furlanetto, Roberto De Piccoli